Criolipolisi

Ci sono alcune aree del nostro corpo che presentano accumuli di grasso difficili da smaltire, nonostante lo sport e la dieta. In questi casi si può trattare il grasso localizzato con la criolipolisi senza dover ricorrere alla chirurgia. Questo trattamento è, infatti, noto anche come liposuzione senza chirurgia.

Che cosa è la criolipolisi
La parola “criolipolisi” deriva dal greco e significa letteralmente: distruzione (lisi) del grasso (lipo) attraverso il freddo (crio). La Criolipolisi è una tecnica non invasiva di medicina estetica volta a rimuovere i depositi di grasso localizzato sfruttando le potenzialità del raffreddamento. Essa sfrutta la maggior vulnerabilità al freddo delle cellule adipose rispetto alle cellule cutanee. In questo modo gli adipociti vengono distrutti dal freddo senza danneggiare la pelle.
Questo metodo è attualmente molto utilizzato dai pazienti che ne necessitano perché consente di eliminare efficacemente i cuscinetti adiposi, senza doversi sottoporre a interventi di chirurgia estetica e con costi più accessibili.
Gli effetti della criolipolisi si esercitano sugli acidi grassi contenuti negli adipociti che vanno incontro ad un processo di cristallizzazione per cui gli adipociti vengono distrutti in periodo tra le 6 settimane e i tre mesi dopo il trattamento. Gli adipociti distrutti vengono gradualmente eliminati dall’organismo attraverso i normali processi fisiologici da reni e fegato.

Chi è il paziente ideale?
Il paziente ideale è una persona normopeso con depositi adiposi localizzati resistenti alla dieta e agli sport. In poche parole il trattamento è utile per chi ha modeste adiposità in eccesso.
Pertanto, uomini e donne in buona salute possono sottoporsi a questo trattamento.
La criolipolisi non è un trattamento dimagrante e quindi non è indicato nei pazienti o in forte sovrappeso per perdere peso. Questi pazienti dovranno prima dimagrire e avranno poi bisogno di altri interventi per rimuovere il tessuto adiposo. La criolipolisi, tuttavia è un ausilio importante per un dimagrimento più efficace. Essa, infatti, elimina completamente una parte delle cellule adipose, invece di rimpicciolirle, come accade in caso di semplice dieta, ed evita che queste tornino ad aumentare di volume in un periodo successivo.
Come di esegue il trattamento?
All’inizio del trattamento speciali campane vengono poste sull’area da trattare. All’interno di queste campane viene creato il vacuum che esercita una leggera aspirazione in modo tale che la pelle entri in contatto con le piastre di raffreddamento.
A contatto con le piastre, la pelle si raffredderà con la temperatura che verrà portata dall’operatore in un range variabile da -5 a -10°. Il paziente noterà una leggera sensazione di freddo localizzato, che non genera dolore, solo un lieve fastidio. Il processo di raffreddamento dura circa 30 minuti per ciascuna area da trattare. Al termine della sessione l’area trattata risulterà arrossata per un periodo variabile da pochi minuti a molte ore. Il paziente può avvertire anche una sensazione di intorpidimento o formicolio. Questi effetti, qualora si presentino, svaniscono in poco tempo e si può tornare immediatamente alle proprie attività quotidiane.
Quali zone possono essere trattate?
Le zone che possono essere trattate sono molte: mento, interno braccia, glutei, addome, fianchi, culotte de cheval, interno cosce, ginocchia.
È necessario solo avere a disposizione manipoli più grandi o più piccoli a seconda delle zone da trattare.

Risultati
È innanzitutto importante specificare che solitamente sono necessarie 3 sessioni di criolipolisi, distanziate di 3 settimane l’una dall’altra per ottenere i risultati desiderati, risultati che non sono immediati. La distruzione del tessuto adiposo avviene in maniera graduale, senza comportare rischi per gli altri tessuti e per il resto dell’organismo. La procedura di morte cellulare inizia circa 3 giorni dopo il trattamento. A circa una settimana di distanza dal trattamento, si può notare un indebolimento delle membrane delle cellule adipose, che diventano sempre più instabili. Dopo due settimane dalla procedura, inizia il processo di eliminazione dall’organismo delle cellule morte, ad opera dei macrofagi.
I risultati definitivi della criolipolisi sono evidenti a circa 3 mesi di distanza dal trattamento. La criolipolisi riduce l’accumulo di grasso trattato tra il 20% e il 50%. Alcune persone hanno adipociti più resistenti al freddo e i risultati saranno meno evidenti. Tuttavia, seguendo le indicazioni del medico, i risultati saranno visibili e soddisfacenti.
Ovviamente sembra superfluo specificare che il trattamento, per fornire dei risultati stabili a lungo termine, richiede l’associazione di un regime alimentare adeguato.

Mantenimento dei risultati
Naturalmente, è importante accompagnare la criolipolisi di una dieta sana e da una costante attività fisica per poter ottenere risultati migliori. Evitare di mangiare troppi grassi, zuccheri o cibi eccessivamente salati. È consigliato praticare attività sportiva nei giorni successivi al trattamento, ma anche in seguito per il mantenimento dei risultati.
Complicazioni ed effetti collaterali
Dipendono quasi sempre da imperizia nell’applicare l’apparecchiatura. Per esempio una temperatura troppo bassa può causare necrosi del tessuto e dell’area trattata. Tra i possibili effetti non voluti del trattamento c’è anche la possibile asimmetria nei risultati.
Tra i possibili effetti collaterali, vi è il rischio di sviluppare noduli o reazioni infiammatorie.
Controindicazioni alla criolipolisi
le controindicazioni alla criolipolisi sono poche. Essa non va praticata in caso di:
– crioglobulinemia
– orticaria da freddo
– malattia di Raynaud
– ernia, eczema o lesioni nella zona da trattare
– portatori di pacemaker.
Come molti trattamenti in campo estetico, è sconsigliato nelle donne in gravidanza o in allattamento.

Contattaci

Prenota un appuntamento

Compila il form sottostante oppure telefona al +39 347 1810280